Seducere

Sedurre, dal latino “Sed – ducere”, condurre in luogo appartato.

Se.ducere… BASSANO, MILANO, ISTANBUL, COPENHAGEN, BUCHAREST

Percorso performativo itinerante per spazi al chiuso e all’aperto dedicato alla città

Di: Antonella Cirigliano, Daria Tonzig, Arianna Marano, Lilith Cattaneo

E con i partecipanti ai nostri laboratori

Per 48 spettatori. 1 ogni 5 min.

Produzione: Opera Estate Festival, MAE, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Associazione Xpò/Lis, UE.

Lo spettacolo nasce dall’esigenza di fare della propria città, con la sua storia, i suoi percorsi, le sue architetture, un luogo d’incanto dove perdersi per incontrarsi. E’ uno spettacolo dedicato all’esperienza della seduzione, luogo dell’incertezza per eccellenza, spazio dell’abbandono nel quale lasciarsi catturare e trasportare dalle manifestazioni del mondo, che si vestono, anche solo per un giorno, di promesse e di allusioni tanto incerte quanto irresistibili.

Percorrendo le vie dello spettacolo, lo spettatore vedrà la propria città come se fosse la prima volta: le strade, i passanti, tutto ciò che lo circonda, attraverserà la sua pelle acquistando un’entità indipendente. Una via per tentare di sfumare i confini che separano l’individuo dalla sua memoria, come l’arco dalla freccia e la freccia dalla stella; come una città dall’universo intero, lo spettatore infine si trasformerà in un moderno flaneur…

La seduzione è il luogo dell’incertezza, un’illusione con un fondo di verità. E’ il luogo dell’abbandono dove lasciarsi catturare e trasportare dalle manifestazioni del mondo, che si vestono, anche solo per un giorno, di promesse, di allusioni, di proposte esplicite. Infine è un viaggio per scoprire da cosa siamo disposti a lasciarci sedurre.

All’origine di una seduzione c’è sempre un incontro. All’origine di un incontro c’è sempre un luogo che lo accoglie, lo nasconde, lo osserva.

La performance si articola in percorsi all’aperto e in spazi al chiuso dove attraverso un gioco di metafore e travestimenti si raggiunge il luogo misterioso dell’incontro per sedurre e lasciarsi sedurre da un mondo che ci circonda e nel quale segnali, messaggi ed incontri artificiosamente progettati si mescolano e si confondono con lo scorrere della realtà quotidiana e dei suoi imprevisti.

Un Uomo senza nome. È tutti e nessuno. È quello che cerchi, è quello che vedi. O è quello che vuoi vedere.